Strategie

Gas taglia il traguardo dei 30 anni e insiste sull’export

Il 2014 è l'anno del trentesimo anniversario per il marchio di jeanswear Gas. Di scena a Pitti Uomo una capsule speciale, poi a marzo sarà la volta di un grande evento digital, ancora top secret. Fra le priorità della realtà veneta, il focus sull'internazionalizzazione.

 

«Lo stand a Pitti, al Padiglione delle Ghiaia - racconta Barbara Grotto, head of communications del brand - è dedicato a questa tappa del nostro percorso e, per l’occasione, accanto alla collezione del prossimo inverno, presentiamo una capsule di 30 capi che riassume i valori del marchio e che riprende gli articoli salienti del nostro archivio, reinterpretandoli in chiave biker. Una proposta che andrà in vendita dal prossimo giugno».

 

E aggiunge: «A proposito di anniversari, l’azienda taglia un altro importante traguardo, i 15 anni di collaborazione con Honda, con cui abbiamo vinto di recente il MotoGp a Valencia, grazie all’abilità di Marc Marquez».

 

In parallelo, la realtà di Chiuppano (Vicenza) conta di raccogliere i primi frutti del lavoro di rilancio globale, partito da qualche stagione, «archiviando il 2013 con un aumento del 7% del giro di affari, intorno a quota 96 milioni di euro, e con un ebitda in salita del 35-40% circa», spiega l’a.d. Franco Marianelli. Significativi anche i dati della campagna vendite 2014, chiusa con un numero stabile di clienti in Italia e con un aumento del 10% circa del prezzo medio e, all’estero, con un incremento del 30% sul business e del 32% sulla marginalità.

 

Fra i capisaldi della strategia di rilancio l’ottimizzazione delle collezioni, che vede il lancio dell’invernale a novembre, con l’aggiunta seguente di due flash. «Una scelta che ci consente di programmare meglio le consegne in negozio», dice Marianelli. E poi un grande lavoro sul retail e l’internazionalizzazione. «Nel 2013 sono stati inaugurati oltre 20 store nel mondo fra India, Cina, Russia, Olanda, Giappone e Italia e, per il 2014, l’obiettivo concreto è di inaugurarne minimo altrettanti.

 

Per quanto riguarda i mercati - anticipa Marianelli - ci focalizzeremo sull’India, facendo leva sulla nostra filiale locale, che stiamo riorganizzando, e sulla Russia, dove cresciamo da diverse stagioni». Fra gli accordi recenti, di primaria importanza quello con Apparel Group per i Paesi del Golfo, dove si prevede di aprire mimino 30 store entro cinque anni e l’intesa in Bulgaria, dove il 15 dicembre scorso è nato il primo negozio a Sofia.

 

Un dinamismo che si traduce in una quota export del 47% sul giro di affari, destinata a salire nel 2014. Sul fronte della brand extension, è recente l’intesa siglata con la veneta Abl per la produzione delle borse.     

 

stats