Strategie

Gimel entra nel programma Elite

L'azienda pugliese di abbigliamento infantile Gimel entra in Elite. Infatti è una delle 14 new entry del programma di London Stock Exchange Group, grazie alla partnership con Bdo, network internazionale di revisione e consulenza aziendale che conta 20 uffici in Italia.

 

Con questi nuovi ingressi, annunciati ieri, 31 gennaio, salgono a 717 le società in Elite, di cui 451 italiane, per un totale di 54 miliardi di ricavi e più di 245mila addetti.

 

Sin dalla nascita il peso della moda nel progetto è sempre stato rilevante e non si tratta del primo caso di realà del childrenswear. Lo scorso novembre sono entrate la biellese Fratelli Piacenza e la milanese Nicole Fashion Group e si sono "diplomate" Antony Morato e Pinko.

 

Elite è un percorso in più fasi che, in estrema sintesi, vuole supportare le aziende nel loro percorso di crescita, avviandole a cambiamenti culturali e organizzativi. Candidate ideali, come spiegano dal London Stock Exchange Group, proprietario di Borsa Italiana, sono le imprese ambiziose, con un modello di business solido e una chiara strategia di crescita.

 

Partecipare al programma significa avere accesso a numerose opportunità di finanziamento (non esclusivamente il collocamento in Borsa), ottenere maggiore visibilità, aumentare l'attrattività del business e ottenere contatti facilitati con un network professionisti  che possono accrescere la cultura aziendale e potenziali investitori.

 

La collaborazione fra Elite e Bdo si rafforza con la nascita di Elite Bdo Lounge, che mette gli esperti del network di revisione al fianco degli imprenditori inseriti nel programma, attraverso un periodo di coaching in azienda (nella foto, l'autunno-inverno 2018/2019 di Elisabetta Franchi La Mia Bambina, collezione di cui Gimel è licenziataria esclusiva).

 

 

stats