Strategie

Harmont & Blaine: la donna decisiva per il futuro del Bassotto

Harmont & Blaine si è presentato all'appuntamento con la fashion week femminile con un messaggio importante: il womenswear sarà un asset decisivo della crescita futura, come dimostrano la collezione autunno-inverno 2016/2017, presentata per la prima volta in calendario, e l'immimente opening di uno store "only women".

 

La linea, disegnata da Marianna Cimini (sotto la direzione creativa di Paolo Montefusco), prende ispirazione dal luogo in cui è cresciuta la giovane stilista: la Costiera amalfitana. Il risultato è “From dawn to dusk”, collezione al femminile in cui, provocatoriamente, il nero è assente, sostituito dal bianco e dalle nuance di cielo, mare e terra.

 

«Il womenswear - ha raccontato a fashionmagazine.it il ceo Giulio Guasco, arrivato in azienda in seguito all'ingresso nel capitale del fondo Clessidra - è destinata a crescere e a raggiungere l'uomo. Per raggiungere questo obiettivo faremo leva sul retail: l'8 marzo apriremo a Palermo la prima boutique dedicata esclusivamente alla donna».

 

«Anche negli imminenti openining e nei restyling in corso (come quelli di Forte dei Marmi e Portofino) daremo più spazio al cȏté femminile, seguendo il nuovo concept retail, dove il 50% della superficie è focalizzato su quest'ambito».

 

Il 2015 per Harmont & Blaine si è chiuso con 76 milioni di euro di fatturato, in leggera crescita sul 2014.

 

stats