Strategie

I 25 anni di Piazza Sempione: «Torniamo a essere la base del guardaroba femminile»

Riaffermare le origini del marchio, rinsaldare il legame con i suoi capi iconici (a cominciare dal pantalone), confermare il feeling con gli Stati Uniti e la Germania, ma al tempo stesso agganciare anche altri mercati: si spiega così la strategia di Piazza Sempione, marchio di abbigliamento femminile che ha scelto la settimana della moda milanese per dare il kick off ufficiale alle celebrazione per i 25 anni di vita del marchio.

 

«La collezione per l'autunno-inverno 2016/2017 riscopre i capi più autentici del marchio, come il pantalone che riconquista il centro della scena e che abbiamo declinato in 25 diversi modelli», spiega Sandra Spinacé, ceo di Piazza Sempione, che annuncia l'ingresso in azienda di un nuovo fashion coordinator, Laura Poretti, con alle spalle una solida esperienza per marchi come Agnona.

 

«Con questa collezione - ha proseguito Spinacé - vogliamo tornare ad essere la base del guardaroba femminile. Per questo abbiamo voluto riaffermare il nostro ideale di un lusso senza tempo, puntando su proposte destinate a durare oltre le stagioni. Il nostro è un marchio contemporaneo, a cui non serve inseguire le tendenze».

 

Gli Stati Uniti per molti anni sono stati il primo mercato di Piazza Sempione, brand fondato a Milano nel 1991 e ora di proprietà di Sinv, e per il ceo - vista la ripresa del mercato a stelle e strisce - si tratta di un punto da cui ripartire, senza però accontentarsi.

 

«La maggior parte delle vendite di Piazza Sempione (anche grazie ai tre negozi monomarca) è negli Stati Uniti e in Germania, ma questa impostazione timeless rende il nostro prodotto più trasversale e ci permette di aprirci a nuovi mercati. Abbiamo ottimi riscontri in Inghilterra, dove cresciamo del 30% e anche in Giappone».

 

Nell'anno del 25esimo anniversario, il marchio non trascurerà l'Italia, dove da tempo è al vaglio l'ipotesi di ampliare il retail che al momento conta un punto vendita a Roma. «Stiamo valutando una serie di location, ma date le attuali dinamiche di mercato, la nostra priorità restano i clienti multimarca», conclude Spinacè.

Nella foto, un particolare della presentazione della collezione fall 2016

 

 

stats