Strategie

I progetti del nuovo ceo Stefano Dal Cin per Grant

«Sviluppo internazionale, espansione della rete retail e nuovi impulsi alla produzione già dalla primavera-estate 2019, con cambio di timing delle uscite e della struttura delle collezioni». Stefano Dal Cin - neo ceo di Grant, l’azienda di famiglia di cui era già presidente - delinea la sua strategia per il prossimo biennio, che riguarderà sia i marchi di proprietà (Miss Grant, Miss Grant Couture, So Twee by Miss Grant, Miss Grant Easy&Chic, LùLù by Miss Grant e Microbe by Miss Grant), sia quelli in licenza (N°21 Kids).

 

«Abbiamo chiuso una serie di importanti accordi di distribuzione, in linea con gli obiettivi e i progetti di crescita nei mercati extraeuropei», anticipa Dal Cin a proposito di export. Presente nei multimarca italiani ed esteri, oltre che in shop in shop dei maggiori department store del mondo, Grant conta un solo monomarca, in via Manzoni a Milano, ma entro i prossimi due anni ne saranno aperti altri due all’estero.

 

«L’obiettivo - dice il ceo - è arrivare a una distribuzione al 50% wholesale e al 50% retail». In più l’azienda di Bentivoglio (Bo), da 18 milioni di euro di ricavi (in linea con il 2016), ha un monomarca online, dedicato a tutte le declinazioni di Miss Grant: «L’e-shop è il fulcro di un progetto di sviluppo digitale, che riguarda sito web e canali social, con l’intento di arrivare al consumatore in modo più diretto e coinvolgerlo nell’esperienza d’acquisto».

 

Il nuovo corso ha previsto cambiamenti nell’ufficio stile. «Anna Mancini e Alessandra Mandrioli hanno preso il timone della creatività - racconta Dal Cin - apportando aggiornamenti sensibili mirati a rinfrescare il marchio, pur nel rispetto del suo dna». E conclude: «Presto saranno lanciati la prima collezione maschio e il new born» (nella foto, un look Miss Grant per il prossimo inverno).

 

stats