Strategie

Il gruppo Max Mara entra nel segmento entry price con Emme di Marella

Dal piumino a 99,90 euro alla camicia 39,90 fino al denim a 69,90, passando per i capispalla, tutti al di sotto dei 200 euro: il gruppo Max Mara entra nel segmento di mercato entry price (a metà strada tra l'offerta bridge e quella low cost) con Emme, la seconda linea di Marella, che con la stagione autunno-inverno 2014 propone un riposizionamento di prezzi e stile, pur mantenendo inalterati gli standard qualitativi.

 

"Con questa operazione - ha spiegato a fashionmagazine.it l'amministratore delegato di Marella, Eugenio Manghi - pensiamo di dare una risposta alle attuali esigenze del mercato in Italia e all'estero. Siamo riusciti a mantenere invariata la qualità delle collezioni, pur abbassando il prezzi di circa il 20%, efficientando tutto il processo di di produzione dei capi. Siamo convinti che così, complice anche il rinnovamento dello stile in chiave easy, svilupperemo ulteriormente la distribuzione di Emme attraverso sia le grandi catene di multimarca, sia i department store".



La base da cui si riparte sono i circa 500 clienti in Italia, più una cinquantina di corner. La prospettiva, stando ai piani di Manghi, è di crescere in un paio di anni, arrivando a raddoppiare le vendite di Emme Marella nel nostro Paese e parallelamente sviluppare i mercati esteri (dove la linea è presente da tre stagioni in particolare in Russia e Nord Europa), triplicando il giro d'affari in due anni.



La strategia sul brand non sarà concentrata solo sulla politica di riduzione dei prezzi, ma soprattutto sul rinnovamento dello stile. "Abbiamo dato un po' più di pepe alla collezione - ha aggiunto l'a.d. - la cui offerta resta particolarmente ampia e comprende maglieria, capispalla, pantaloni e gonne". "La nuova Emme - prosegue - è pensata per una donna la cui vita è piena di appuntamenti lungo tutta la giornata e sta già ottenendo buoni risultati di vendita: a fine ottobre i nostri clienti avevano già registrato percentuali di sell out intorno al 70%".



Dopo il restyling del marchio e del concept dei corner, ora si sta lavorando sulla struttura della collezione: per il momento sono previste quattro uscite l'anno (primavera-estate-autunno-inverno) e la vendita ai clienti per classe di prodotto, ma non sono esclusi in futuro anche ulteriori lanci flash di prodotto. Allo studio, ma non prima di tre/quattro anni, il debutto di un piano retail monomarca.

 

 

stats