Strategie

JD.com venderà ai cinesi prodotti britannici per 2 miliardi di sterline

Teresa May, alla sua prima visita in Cina da primo ministro del Regno Unito, ha siglato un'intesa con Richard Liu, chairman e ceo del gruppo dell'e-commerce JD, sulla scia del crescente interesse da parte dei cinesi per i prodotti britannici.

 

L'accordo permetterà alla imprese della Gran Bretagna di avere un accesso facilitato al mercato cinese - potenzialmente 266 milioni di consumatori - attraverso jd.com. L'obiettivo è la vendita di prodotti per un valore di 2 miliardi di sterline nei prossimi due o tre anni.

 

Come si legge in un comunicato, il numero dei marchi made in UK venduti da jd.com è più che duplicato nell'ultimo biennio e nel 2017 le vendite sono aumentate del 100% rispetto all'anno prima. Tra i marchi più noti ai cinesi figurano i boot Clarks, gli elettrodomestici Dyson, il whisky scozzese Johnnie Walker e il tè Lipton.

 

Nella strategia push del governo di Downing street sono già in programma una campagna di comunicazione dedicata ai prodotti stagionali e una giornata di vendite promozionali intitolata "Celebrate Britain", prevista per il prossimo aprile.

   

stats