Strategie

Jacob Cohën rinnova la liaison con Giada

Si rinnova il sodalizio tra Jacob Cohën e Giada che, dopo nove anni di collaborazione, si confema ancora una volta partner del brand. Obiettivo: proseguire il progetto di crescita della label.

 

Con sede ad Adria, in provincia di Rovigo, Giada è un'azienda che fa capo a diversi azionisti e lavora esclusivamente per il brand di jeanswear premium portato al successo da Nicola Bardelle, scomparso prematuramente nell'estate del 2012. Oggi la proprietà del marchio è di un trust inglese, secondo quanto stabilito dallo stesso Bardelle.

 

Il nuovo accordo rientra in un progetto di ampliamento che coinvolgerà l'area prodotto e il management. "Il futuro proseguirà nel segno di un posizionamento ancora più selettivo e del rafforzamento della rete distributiva e dell'area retail", si legge in una nota.

 

Ampio spazio sarà dato all'apertura di monomarca, con l'obiettivo di estendere un network che al momento conta su tre vetrine a Saint-Tropez, Montecarlo e Tokyo, oltre a un particolare concept store ad Anversa.

 

Sul fronte wholesale, la collezione è distribuita in 400 boutique nazionali e in un totale di 1.200 punti vendita a livello mondiale, con una presenza consolidata in Belgio, Olanda, Germania, Austria, Francia, Regno Unito, Spagna, Svizzera, Svezia, Finlandia, ex Repubblica Sovietica e Canada e con un posizionamento molto forte in Giappone.

 

Per il futuro si guarda con interesse a Messico, Brasile e Argentina, oltre a Far East, India e Cina. Importante inoltre il Medio Oriente, da Dubai agli Emirati Arabi.

 

La label, che punta a un giro di affari di 56 milioni di euro nel 2013, dopo i 50 del 2012, vende oltre 500mila capi ed è anche insegna di due corner a Londra, presso Harrods e Harvey Nichols.

stats