Strategie

La Double J. fa nuovi progetti con la fashion week

Il marchio milanese La Double J., fondato nel 2015 dalla giornalista americana J.J. Martin, diventa un progetto sempre più articolato. Inizialmente solo vintage venduto online, ora strizza l'occhio ai multimarca, espande l'offerta e prepara un evento per la fashion week.

 

«Il 20 settembre, nei giorni di Milano Moda Donna, apriremo un pop up store in via Manzoni 42 in collaborazione con Dimore Studio» anticipa la managing director Sabine Brunner, ieri (5 settembre) nella sede sui Navigli per la preview del womenswear e dell'homewear.

 

In agenda anche un evento nella storica Galleria Manzoni, Teatro Bazaar, che si prospetta come un'esperienza multisensoriale per scoprire il mondo di La Double J..

 

«A Milano il marchio si trova da Banner, a Parigi da Bon Marché, a Londra da Liberty, a New York da Bergdorf Goodman ma è online, sul sito dedicato, che realizza la quasi totalità dei ricavi - precisa Brunner -. Ora ci piacerebbe raggiungere le maggiori città in maniera fisica. Pensiamo che il prodotto sia interessante: ogni due mesi proponiamo delle novità, non obblighiamo a grandi volumi e non andiamo in saldo».

 

Uno degli obiettivi è fare scoprire la grande creatività italiana. Come nel caso della collezione presentata ieri, che è stata realizzata con le sete Mantero, riportando in luce stampe d'archivio della nota azienda comasca.

 

Con l'autunno-inverno 2017/2018 debuttano le calzature, mentre il prossimo febbraio il marchio amplia le proposte in piccole taglie (ora è una collezione di abitini per la bimba) e si prepara per beachwear.

 

Per quanto riguarda l'arredo-casa, dopo le ceramiche, le tovaglie e le sedie, è in programma una collaborazione con i vetrai di murano. In valutazione le carte da parati.

 

stats