Strategie

La donna Kiton piace al mercato (+20%) e alla moglie di Bill Gates

Con i sui circa 5 milioni di euro, il progetto di abbigliamento donna targato Kiton continua a crescere come dimostra il +20% messo a segno nel corso dell'ultima campagna vendita e la scelta di Melinda Gates, moglie di Bill, di indossare un capo Kiton sulla cover di Forbes.

 

«Daremo ulteriore sviluppo alla collezione», assicura Maria Giovanna Paone, vice presidente del gruppo che ha chiuso il 2015 con un fatturato di 115 milioni di euro (+6%), responsabile del progetto womenswear, svelando in anteprima la collezione autunno-inverno 2016/2017, che sarà presentata agli addetti ai lavori sabato 27 febbraio.

 

«È un progetto su cui stiamo investendo, partendo da un'osservazione: le nostre clienti sono donne lavoratrici, di circa 50 anni. Non sono le tipiche "mogli di" o le "figlie di". All'inizio vendevamo praticamente solo giacche (che restano il nostro best seller), ma la collezione è cresciuta e anche gli accessori acquisendo credibilità stagione dopo stagione».

 

La collezione femminile è venduta in circa la metà dei monomarca Kiton nel mondo (ma la cifra è destinata a salire) oltre che in una serie di department store tra cui spiccano i nomi di Neiman Marcus e Mercury.

 

La collezione fall 2016 si caratterizza per l’heritage della manifattura sartoriale menswear, che da sempre identifica e contraddistingue Kiton nel mondo, ma si armonizza con la meticolosa attenzione alla valorizzazione delle proporzioni e della figura femminile.

 

Novità assoluta sono i cappotti in crêpe di lana e cashmere che, pur mantenendo un fit classico, conferiscono una silhouette più dolce e fluttuante, e sono impreziositi da visoni colorati nelle cromie brillanti del giallo e del rosso, che rompono con decisione l’intramontabile eleganza del nero.

 

 

Le micro stampe della classica cravatteria diventano macro sui maglioni di pura seta, un must per la donna Kiton che ama reinterpretare i materiali del guardaroba maschile con la propria personalità. Le camicie diventano femminili grazie a rouge, tagli crop e trasparenze. Anche le gonne, capo tipicamente femminile, vengono riproposte in una variante più casual con il tweed, pur mantenendo la classica linea “a ruota”.

 

stats