Strategie

La rentrée di Malo: nuova proprietà, nuovo ufficio stile

In scena dalla collezione inverno 2016/2017 il  nuovo corso di Malo. Un ritorno alle radici del brand, siglato da un nuovo ufficio stile. Passato nelle fila di un fondo di investimenti privato, il marchio ha visto il recente rientro di Giacomo Canessa, che nel 1972 lo aveva fondato con il fratello Alfredo.

 

L'ingresso di Giacomo Canessa, già annunciato lo scorso settembre, darà sicuramente nuovo slancio alla label, oggi declinata in un total look uomo e donna. Sarà lui a ridare enfasi all'essenza più autentica del marchio, che punta a rivalutare i principi di esclusività e autenticità, grazie al motto "hands want to see, eyes to caress".

 

Una riscoperta di lavorazioni e tradizioni suggellata dall'impiego della cucitura Zeta Zeta: un motivo grafico ripreso dagli archivi di Malo, che comparirà su tutte le proposte, reinterpretate alla luce di un gusto contemporaneo, in ossequio alla qualità del made in Italy.

 

All'attenzione al prodotto fa riscontro il focus sulla distribuzione. Recenti le aperture di tre nuove boutique, una a Saint Tropez e due a Mosca, che si aggiungono ai punti vendita operativi in Italia, Francia, Spagna, Russia, Giappone, Corea e Stati Uniti. Per un totale di 32 insegne, compresi i corner.

 

In parallelo le operazioni wholesale punteranno alla selezione di multimarca e department store in linea con il posizionamento della label.

 

Dopo un 2014 chiuso in calo a 17,5 milioni di euro, rispetto ai precedenti 22,5 dell'anno precedente, la label ha davanti un anno decisivo. Attualmente in campagna vendita, la collezione sarà presentata alla stampa a fine marzo.

 

stats