Strategie

Lardini investe su stabilimento e showroom, in arrivo anche il monomarca

Lavori in corso per Lardini: dopo il lancio della donna (che ha debuttato con l'autunno-inverno) e quello della collezione uomo firmata Gabriele Pasini, l'azienda marchigiana è già impegnata su nuovi progetti. Sono partiti i lavori di ampliamento dello stabilimento di Filottrano e a Milano oggi, 3 aprile, è stata inaugurata la nuova showroom. In vista c'è anche il primo monomarca.


 
La prima boutique sarà sempre a Milano, nel Quadrilatero della moda. «Si tratta del progetto che ci sta più a cuore in questo momento. Le ricerche sono già partite da qualche tempo e ci piacerebbe concretizzare il progetto già entro la fine di quest'anno», ha raccontato a fashionmagazine.it durante l'inaugurazione della showroom di via Manzoni Lorena Lardini, che guida l'azienda con i fratelli Andrea, Luigi e Annarita.


Intanto la Lardini, che nel 2014 prevede di sfiorare i 60 milioni di fatturato (+11,1%) ha investito 3,5 milioni di euro per allargare di 9mila metri quadrati lo stabilimento di Filottrano (in provincia di Ancona), dove vengono realizzati 330mila capi all'anno non solo per Lardini, ma anche per noti marchi internazionali dell'abbigliamento maschile.


«Grazie all'ampliamento - spiega Andrea Lardini, presidente del gruppo - riusciremo a ridurre il ricorso all'esternalizzazione. Grazie al nuovo stabile ci sarà poi più spazio per la logistica. Il vantaggio primario sarà la riduzione della durata del ciclo di produzione, anche di una settimana».



Forte dei risultati ottenuti nelle ultime stagioni, il gruppo ha colto l'occasione per inaugurare anche una nuova showroom commerciale a Milano in via Manzoni 38. Si tratta di uno spazio di 500 metri quadrati raddoppiato rispetto al passato che riunisce tutte le collezioni uomo e donna di casa (Lardini e RVR Lardini) e la linea menswear Gabriele Pasini. «Milano per noi è strategica - ha concluso Lorena Lardini - è in questi nuovi uffici possiamo presentare al meglio al mercato. Un mercato che per noi sta diventando sempre più internazionale».


A dimostrazione della crescente internazionalità del marchio (oggi l'export vale il 51% ma il dato è in crescita), in giugno Lardini presenterà una capsule collection realizzata dal fashion export Nick Wooster ( ex  Bergdorf Goodman) pensata per l'ingresso in grande stile del brand sul mercato Usa, finora inesplorato.

 

 

stats