Strategie

Levi-Strauss & Co. vuole risparmiare: taglierà 800 posti di lavoro

Il colosso del jeanswear Levi-Strauss & Co. ha annunciato in serata un piano che in 12-18 mesi dovrebbe portare a una riduzione dei costi pari a 175-200 milioni di dollari. Nella prima fase della riorganizzazione è previsto il taglio di 800 dipendenti.

 

Il ridimensionamento del personale, come spiega una nota del gruppo di San Francisco, riguarda il 20% della forza lavoro nei settori non-retail e non-manufacturing.

 

Nella prima fase del progetto - che prevede anche un efficientamento della supply chain e della distribuzione, nonché un giro di vite ai costi nei servizi di consegna - i risparmi annualizzati dovrebbero collocarsi tra 75 e 100 milioni di dollari.

 

«Le misure annunciate - ha commentato il presidente e ceo Chip Berg - sono finalizzate a migliorare il business sul fronte strutturale e a rafforzare la società dal punto di vista finanziario. I cambiamenti ci renderanno più competitivi e più agili, permettendo un maggiore focus su innovazione, retail, multicanalità e consumer experience in negozio».

 

stats