Strategie

Mood reshoring per Benetton: al via l'impianto di Treviso

Ritorno alle origini per Benetton Group: dopo il lancio del nuovo maglione essential TV31100, l'azienda veneta apre nel complesso produttivo di Castrette di Villorba, in provincia di Treviso, un'area per la realizzazione dei capi concepiti e realizzati in house, in ossequio al made in Italy.

 

Presentata ieri, 18 ottobre, la nuova linea produttiva occupa una superficie di 1.500 metri quadri all'interno dell'area Operations di Castrette e si avvale di moderni macchinari Shima Seiki per la lavorazione di capi seamless, con una capacità di circa 200mila articoli l'anno.

 

Prodotti di alta gamma targati TV31100, «realizzati con filati pregiati italiani», come si legge in un comunicato, con cui United Colors of Benetton rimette al centro il bello e ben fatto italiano e l'innovazione.

 

L'iniziativa avviata da Benetton si inserisce nel Progetto Reshoring promosso da Sistema Moda Italia in collaborazione con Mise e PriceWaterhouseCoopers. Un primo passo di un'iniziativa più ampia avviata dall'azienda italiana.

 

Come previsto dal Piano Nazionale Industria 4.0, che poggia su concetti basilari come investimenti, produttività e innovazione, il nuovo polo rappresenta un laboratorio di ricerca e sviluppo ad elevata automazione, con una forte connessione machine to machine, che mira a dare risposte velocissime al mercato.

 

«TV31100 è una dichiarazione d’amore per l’heritage del nostro marchio - è il commento di Marco Airoldi, a.d. di Benetton Group –. Si tratta di un’operazione con cui il marchio riporta alla luce le fondamenta della sua identità più pura: maglieria, colore e ricerca. Vogliamo offrire al consumatore un prodotto esclusivo e di qualità, frutto di una ricerca sui filati e sui processi produttivi».

 

stats