Strategie

Msgm: Roberta Benaglia punta al raddoppio delle vendite. Obiettivo 90 milioni in tre anni

Dopo l'ingresso con una quota del 32% del suo fondo di investimento Style Capital, tutti si chiedono come sarà il nuovo corso di Msgm con Roberta Benaglia al timone. In un'intervista a tutto campo, la ceo anticipa le coordinate del prossimo futuro, all'insegna di un obiettivo di crescita ambizioso: portare in tre anni il giro d'affari del marchio a raddoppiare, toccando quota 90 milioni.

 

"Crescita" è una parola che ricorre frequentemente nell'articolo che Business of Fashion ha dedicato al brand di moda contemporary, che dopo l'ingresso di Style Capital nella compagine sociale vede il fondatore - nonché direttore creativo - Massimo Giorgetti mantenere una quota del 19% della società, mentre il 49% resta nelle mani dalla Manifattura Paoloni, che si occupa della produzione.

 

Per entrare in Msgm il fondo di private equity ha investito 27 milioni di euro (di cui il 70% destinati a finanziare l'espansione futura). Un cifra che valuta la compagnia, che nel 2017 ha chiuso a 42,5 milioni di euro di ricavi, 70 milioni di euro.

 

La crescita secondo i piani di Benaglia arriverà per Msgm dal retail monomarca, che attualmente genera solo il 10% del business. Il restante 90% è frutto dell'attività del wholesale, il cui network e composto da oltre 700 punti vendita tra cui Berdford Goodman, Lane Crawford e Browns.

 

L'incidenza del retail, entro i prossimi tre anni, dovrà salire al 30%, grazie a una serie di opening particolarmente in Asia con partner locali.

 

Benaglia, che in passato è stata anche amministratore delegato di Golden Goose, punta a far valere la sua esperienza passata anche con Msgm. A Bof ha confermato l'intenzione di sviluppare la gamma di prodotti firmata Msgm, a partire proprio dalle sneaker (nella foto, il finale della sfilata autunno-inverno 2018/2019 di Msgm, all'Università Statale di Milano).

 

 

stats