Strategie

Ppr cambia nome in Kering?

Pare che il colosso francese Ppr stia valutando di cambiare denominazione in Kering: una mossa dettata dal fatto che il nome attuale - acronimo di Pinault-Printemps-Redoute - non è più in linea con le principali attività della società, incentrate sul lusso e sul segmento sport e lifestyle.

 

Gucci Group e Puma sono infatti i maggiori business attuali della società guidata da François-Henri Pinault (nella foto), in grado di generare 9,7 miliardi di euro di ricavi nel 2012 (+21% sul 2011), mentre il retail è in progressiva fase di dismissione, come dimostrano la vendita di Printemps nel 2006, ma anche il più recente spin off della catena Fnac e, questo mese, la cessione di due brand scandinavi, in capo alla controllata Redcats (Ellos e Jotex).

 

In base a quanto riportato dall'agenzia Bloomberg, l'ufficializzazione del cambio di nome è attesa entro questo mese. Di certo si sa che Ppr ha registrato il marchio Kering lo scorso novembre, come risulta dal sito dell'US Patent & Trademark’s office. Sarebbe la quinta volta che il gruppo presieduto da Pinault cambia nome dalla sua quotazione in Borsa, nel 1998: negli anni è passato da Pinault SA a Pinault-Printemps, Pinault Printemps-Redoute, fino all'ultimo Ppr.

 

stats