Strategie

Prada lavora alla riorganizzazione della squadra

Il Gruppo Prada punta a rafforzare il management e a rendere la struttura organizzativa meno familiare. Secondo il presidente Carlo Mazzi, il processo dovrebbe concludersi entro l'anno.

 

«Stiamo lavorando - ha dichiarato Mazzi all'agenzia Reuters -. Non so se ci sarà proprio la figura del direttore generale, ma siamo in cerca di figure apicali». Il presidente ha detto che l'intenzione è quella di dare alla casa di moda una configurazione "meno familiare".

 

«Abbiamo 12mila dipendenti, lo dobbiamo fare per forza», ha aggiunto. Alla domanda se il processo di riorganizzazione in corso potrà chiudersi entro l'anno ha risposto: «Penso di sì».

 

Lo scorso aprile Gaetano Miccichè ha rassegnato le dimissioni da consigliere non esecutivo di Prada mentre in febbraio Alessandra Cozzani, già membro del consiglio di amministrazione di Prada, è stata nominata chief financial officer al posto di Donatello Galli. Nel board del gruppo milanese - sceso a otto membri con l'uscita di Miccichè e in scadenza con l'approvazione dei risultati al 31 gennaio 2018 - Miuccia Prada e il marito Patrizio Bertelli hanno entrambi la carica di ceo e di executive director.

 

Nella seduta odierna il titolo Prada ha chiuso a 26,70 dollari di Hong Kong alla Borsa cinese, in aumento dell'1,1%, rispetto a ieri.

stats