Strategie

Renzo Braglia (Brama): «Anche a Milano una casa per i nostri brand»

Con l'opening della sede direzionale di Milano Brama Group assume anche in Italia la distribuzione diretta dei brand in portafoglio, a cui si aggiunge oggi il denimmwear firmato Frame. Una tappa importante nell'evoluzione del gruppo, che chiuderà il 2017 a quota 50 milioni di fatturato e che scommette su un 2018 ancora in progress.

 

Brama Group aggiunge un presidio strategico al proprio network di headquarters in tutta Europa, che conta già Parigi, Anversa, Madrid,Düsseldorf, Monaco, Copenhagen e Londra. Il nuovo quartier generale si trova all'interno di un palazzo storico in via Sirtori 22, in zona Porta Venezia, e occupa uno spazio di 1.100 metri quadri articolato su tre livelli, arredato in collaborazione con il team interno del gruppo Rubelli.

 

Un tassello importante nella strategia di Renzo Braglia, ceo della realtà di Modena specializzata nella distribuzione di etichette premium in arrivo dagli Stati Uniti, che assume la distribuzione diretta dei brand in portafoglio anche sul territorio italiano e su tutti i mercati internazionali facenti capo a Milano, precedentemente gestita tramite accordi con agenti terzi.

 

«Il nostro obiettivo è trasformare il rapporto tra brand e buyer, ai quali vogliamo fornire più servizi possibili: dalla vendita agli aggiornamenti sulle collezioni, fino all’accesso alle novità per accelerare il flusso di informazioni dal prodotto al mercato. Una strategia partita nel 2011 con l’inaugurazione della sede di Parigi, seguita nel tempo dalle altre aperture».

 

Con un network di circa 1.000 boutique clienti di prima fascia tra Europa, Medio Oriente e Russia, Brama Group, racconta Braglia, «si distingue per i rapporti pluriennali con i negozianti che ci riconoscono la leadership come distributori di etichette statunitensi».

 

Nomi come Equipment, J Brand, Opening Ceremony, Mother, Norma Kamali, Enza Costa, Atm Anthony Thomas Melillo. Un’offerta che si completa con le due label di proprietà di Brama, la maglieria Fine Edge e i pantaloni in pelle firmati Frida Muse, a cui si aggiunge ora una new entry importante.

 

Si tratta di Frame, un marchio di denimwear premium fondato nel 2012, con headquarters tra Culver City a Los Angeles e Shoreditcha Londra, che si caratterizza per la capacità di combinare la qualità della manifattura made in Los Angeles con un’estetica marcatamente europea. «Una label leader nelle vendite a livello di premium denim negli States, che distribuiamo nel mercato Emea (esclusi Uk e Sandinavia) a partire dalla Spring-Summer 2018», chiarisce Braglia,

 

«Aumentare la penetrazione mantenendo gli stessi clienti»: l’obiettivo di Braglia è chiaro. «Con i nostri marchi - conclude - siamo arrivati a un giro di affari di 50 milioni nel 2017, in aumento rispetto ai 41 del 2016. E nel 2018 cresceremo ancora con Frame». La previsione? «Una progressione double digit».

 

stats