Strategie

Renzo Rosso pronto a comprare il Vicenza Calcio, ma decide il tribunale

«Forza Vicenza!»: con questo commento su Instagram Renzo Rosso ha rivelato ai suoi follower l'intenzione di comprare il Vicenza Calcio, salvandolo dal fallimento. Decisione già annunciata in anteprima al Giornale di Vicenza, di cui Rosso riporta uno stralcio sul social network. L'obiettivo del patron di Diesel è fondere in una sola squadra i colori biancorossi del Vicenza Calcio, con quelli giallorossi del Bassano Virtus.

 

«Mi sento in obbligo di dare una mano a 10mila tifosi e a un territorio che ha dato tanto a me e alle mie aziende, di mettermi a disposizione di una società con 116 anni di storia, patrimonio del calcio nazionale» ha dichiarato al quotidiano vicentino il patron del gruppo Otb.

 

A tal fine Rosso, che non ha potuto partecipare alla gara pubblica in quanto detiene già il controllo del Bassano, ha presentato alla cancelleria del tribunale fallimentare di Vicenza una busta con un assegno circolare e una lettera che riporta una serie di condizioni, tra cui un limite temporale (scade a fine maggio).

 

Nelle intenzioni di Rosso c'è la volontà di unire la squadra bianco-rossa e il Bassano in un'unica società. Come ha raccontato al Giornale di Vicenza: «La nuova squadra godrà del titolo sportivo del Bassano, giocherà nel campionato dove alla fine sarà iscritta la Virtus e disputerà le partite in casa nello stadio Romeo Menti (storica "patria" della squadra vicentina, ndr)». I colori della maglia saranno quelli del Vicenza ma, come ha sottolineato Rosso, «metterò al lavoro i miei stilisti e designer di moda, perché studino una casacca dove accanto ai colori del Lane risalti anche l’accento bassanese».

 

La strategia di Renzo Rosso piace ai vicentini ma ha lasciato piuttosto freddi i bassanesi. La parola finale spetta ora al tribunale. Dalla sua l'imprenditore veneto ha una carta importante, l'esperienza acquisita con il suo gruppo di moda: «Come è già più volte avvenuto nella mia azienda, anche stavolta le due realtà diventeranno un "unicum", parte di un progetto innovativo, nel quale il Vicenza e il Bassano avranno dignità e ruoli ben precisi».

 

stats