Strategie

Silvian Heach: ora è la volta dei mercati stranieri

I risultati conseguiti sul mercato nazionale fanno da elemento propulsore alla politica di sviluppo sui mercati stranieri, messa a punto da Arav Fashion per il marchio Silvian Heach. Nel mirino Russia, Germania e Francia. E presto anche il Brasile.

 

 

A oggi il brand Silvian Heach sviluppa all’estero il 23% del fatturato totale (oltre 90 milioni di euro nel 2011) ma già nel 2013 l’azienda conta di portare le esportazioni a pesare il 30% sul totale. “Siamo convinti che aggredire il mercato internazionale sia l’unico modo per uscire dalla prolungata situazione di stallo che da tempo sta caratterizzando il mercato interno - spiega l'a.d. Mena Marano -. Silvian Heach ha una brand awareness molto elevata che, unita ad un prodotto di qualità molto fashion e dal prezzo accessibile, ci rende fortemente competitivi a livello internazionale.”

 

 

La messa a fuoco è su Paesi chiave quali la Germania e la Francia, unita al consolidamento dell'area russa, dove Arav Fashion vanta un giro di affari di un milione e 900mila euro, con una crescita del 60% rispetto all'anno precedente e un'incidenza sul fatturato totale del brand del 3%. Qui l'azienda ha inaugurato fino a questo momento cinque monomarca, a Krasnodar presso il centro commerciale Krasnaia Ploshiad, a Novorossiysk in un altro centro commerciale Krasnaia Ploshiad, a Minsk, in Bielorussia, nello shopping center Corona, ad Astana all'interno di Keruen e in Kazakistan, ad Almaty, presso Almali.

 

 

Strategica è stata anche la partecipazione, già a partire dal mese di gennaio 2013, ad alcune importanti manifestazioni internazionali quali Bread & Butter di Berlino e Who’s Next di Parigi. Inoltre, a maggio 2013, l’azienda sarà al Texfair Fashion, Feira Internacional do Vestuário, a Blumenau in Brasile, per iniziare ad approcciare anche questo mercato.

 

 

stats