Strategie

U.S. Polo Assn.: l'estero dà slancio alla campagna vendite estiva

Campagna vendite in progress per l'estivo di U.S. Polo Assn.: il brand, gestito in licenza dal gruppo Incom di Montecatini Terme, dichiara un fatturato di 12 milioni di euro, in aumento del 9% rispetto all'analogo periodo di riferimento. In progress l'estero, a quota +10%.

 

Sul totale registrato il 60% è da attribuire al menswear, il 20% alla donna e il rimanente 20% alle collezioni kids e baby. Le vendite del brand, che sono state realizzate per il 50% in Italia e per il 50% oltreconfine, fanno registrare un incremento del 10% della quota estero rispetto alla campagna della precedente primavera-estate.

 

Tra i Paesi che hanno dato maggiori soddisfazioni ci sono Francia, Germania, Grecia, Spagna e Svizzera: in particolare è salito il gradimento delle proposte maschili in Francia e in Germania e del womenswear in Germania e Spagna. Si segnala inoltre l'avanzata del beachwear in Portogallo.

 

«I risultati della campagna - è il commento di Lorenzo Nencini, manager di Incom e responsabile del progetto U.S. Polo Assn. abbigliamento - confermano il consolidamento del marchio in Italia e in Europa, merito di strategie e politiche distributive nel segno di una crescita strutturata del brand».

 

In progress il network wholesale, che sale a 1.700 punti vendita tra Italia ed Europa, rispetto ai 1.500 dell’ultima campagna vendite. A questi si aggiungono i cinque monomarca di Milano, Viareggio e Messina in Italia, e di Paphos e Larnaca a Cipro, oltre ai 25 corner europei del brand.

 

U.S. Polo Assn. ha chiuso il 2016 con un fatturato pari a 22 milioni di euro.

 

stats