Strategie

Under Armour emette un bond da 600 milioni di dollari

L'americano Under Armour ha lanciato un bond decennale da 600 milioni di dollari. Il marchio dello sportswear intende utilizzare la somma per rimborsare parte del proprio debito (in particolare linee di credito revolving).

 

Come riporta Bloomberg, nel mese di maggio le emissioni di bond hanno totalizzato la cifra record di 256 miliardi di dollari, sostenute dai bassi tassi di interesse applicati alle imprese (nella categoria "investment grade" sono scesi al 3,05% negli Usa, il livello più basso mai raggiunto dall'aprile 2015).

 

Nei giorni scorsi le cronache americane si sono occupate di Under Armour per la nomina di Tim Coppens a executive creative director della nuova collezione UAS (acronimo di Under Armour Sportswear) che debutterà il prossimo autunno.

 

Secondo le prime indicazioni, si tratterebbe di una gamma uomo e donna di abbigliamento, calzature e accessori dal mood preppy. Del resto Coppens è noto per la sua linea sporty-chic, venduta presso retailer di alta gamma come Barney’s.

 

Grazie a un recente accordo siglato a Bolzano con Oberalp, il gruppo di Baltimora punta a espandersi in Italia sul fronte sia retail che wholesale. Più in generale, i piani di espansione riguardano tutta l'Europa, che sarà gestita da una nuova sede in costruzione ad Amsterdam, vicino al vecchio stadio olimpico, che dovrebbe essere completata nel 2017.

 

Tuttavia, in maggio Under Armour ha rivisto le previsioni per l'intero 2016, a causa degli effetti sul bilancio della bancarotta della catena di articoli sportivi The Sports Authority.

 

Per la fine dell'esercizio i ricavi netti dovrebbero attestarsi a 4,9 miliardi di dollari (+24% sul 2015), mentre l'utile operativo è atteso fra 440 e 445 milioni di dollari.

 

stats