Strategie

Urban Outfitters apre a Milano. Prossima tappa Parigi e (forse) Roma

Urban Outfitters ha aperto a Milano il suo primo flagship store in Italia. Nello spazio precedentemente occupato dallo store H&M e, ancora prima, di quello di Fiorucci, hanno trovato spazio le collezioni uomo, donna e la linea lifestyle del marchio Usa. «Abbiamo grandi aspettative, vogliamo che questo diventi il terzo negozio per incassi in Europa», ha dichiarato Stefan Laban, global head of International di Urbn.

 

Nei 1.300 metri quadrati di vendita del negozio milanese c'è spazio anche per le collaborazioni con brand tra cui Fila, Tommy Hilfiger, Adidas, Champion, Diadora e Calvin Klein per la donna, mentre la parte uomo offre una selezione di marchi come Dickies, Rollas, Levi’s, Tommy Jeans, Obey, Stussy, Adidas e Fila.

 

«Questa selezione - ci spiega Laban - è frutto del lavoro del nostro tema di Buyer che è basto a Londra, ma è stato molto a Milano in queste settimane per mettere a punto l'offerta. Ognuno dei nostri negozi è diverso dall'altro dal punto di vista merceologico e anche brand e prodotti sono destinati a ruotare con rapidità, per offrire ai clienti un'esperienza sempre differente».

 

Nello store ci sarà spazio anche per abbigliamento e accessori vintage uomo e donna, che saranno proposti sotto l’etichetta Urban Renewal. «Tutti capi usati e reinterpretati provenienti da Europa e California»., assicura Laban, che nel 2017 ha già seguito ben quattro aperture di Urban Outiftters nel Vecchio Continente.

 

«In Europa abbiamo già 50 store, di cui 25 in Uk - racconta il manager - solo quest'anno abbiamo aperto a Düsseldorf, Stoccolma e Vienna, mentre a febbraio 2018 inaugureremo un flagship store a Parigi in rue de Rivoli».

 

Ma la strategia di espansione del gruppo Usa in Europa non è destinata a fermarsi, nei piani c'è anche l'apertura a Roma. «Di stabilito non c'è ancora nulla - precisa Laban - ma stiamo cercando delle location, che devono essere straordinarie come questa di piazza San Babila».

 

 

Urban Outfitters, fondato nel 1970 da Richard Hayne, Judy Wicks, and Scott Belair negli Stati Uniti, è oggi una multinazionale che controlla più marchi tra cui oltre a Urban Outfitters, anche Anthropologie, Free People e Terrain.

 

L'azienda, quotata al Nasdaq, ha chiuso il primo semestre 2017 al 31 luglio con ricavi per oltre 1,6 miliardi di dollari di cui 608 milioni assorbiti da Urban Outfitters.

 

Il brand è sbarcato in Italia all'inizio del 2015 con un corner nello spazio Annex di Rinascente Duomo a Milano.

stats