Strategie

Walt Disney: sempre più "engaged" con la moda. In arrivo Puglisi e Zanotti

A The Walt Disney Company non basta più presentare tutte collaborazioni nel mondo della moda e del design (in arrivo quella con Giuseppe Zanotti) con un grande showcase annuale, ma ha deciso di mettere in campo una serie di iniziative digitali per creare nel consumatore più evoluto consapevolezza di quanto fashion ci sia nel marchio Disney.

 

«Il lancio di un account Instagram a livello europeo - racconta a fashionmagazine.it Francesca Romana Gianesin, vice president, consumer products, e head of fashion & lifestyle, Disney EMEA durante l'ultimo Lifestyle Event di Londra - che raccoglie le testimonianze di tutte le collaborazioni in essere con stilisti e case di moda è solo la prima di una serie di iniziative a cui stiamo lavorando e che riguarderanno tutto il mondo del digital media, e-commerce incluso».

 

Negli anni Disney ha svolto nel campo della moda un ruolo da influencer, condizionando il lavoro di diversi designer come dimostrano le collaborazioni con Dolce & Gabbana, Givenchy, Marc Jacobs, Jimmy Choo, Comme des Garçons, Valentino, Kenzo.

 

 

Ma i pezzi clou dell'exhibition realizzata alla Somerset House di Londra sono quelli legati alle collaborazioni più recenti di Disney con il fashion, incluse le calzature e le borse disegnate da Roland Mouret per Robert Clergerie (foto), ispirate ad Alice Through the Looking Glass, nei cinema dal 27 maggio.

 

In mostra anche gli abiti della resort collection di Fausto Puglisi con Captain America e le suede sneakers di Giuseppe Zanotti, che saranno nei negozi a partire da giugno.

 

Ma ora è arrivato il momento di raccontare direttamente anche al consumatore finale, in particolare a quello adulto, questo lato alla moda dei character dei personaggi Disney. «Abbiamo commissionato una ricerca a livello europeo - prosegue Gianesin - da cui emerge un grande connessione emozionale da parte del target più adulto verso questo genere di iniziative, che noi definiamo "other destination store" perché non fanno mai parte dell'offerta dei nostri punti vendita».

 

«Purtroppo - prosegue la manager di The Walt Disney Company - molti degli intervistati si lamentano di non riuscire facilmente ad accedere a questo genere di prodotto, così abbiamo deciso di dare loro una mano. E stiamo portando avanti un progetto che possa raccogliere tutte le nostre collaborazioni con il mondo della moda e del lifestyle, per renderle a portata di consumatore. Anche perché queste iniziative diventeranno sempre più numerose in futuro».

 

Alla base del riscontro di stilisti e case di moda è il patrimonio dei personaggi e delle storie universali, che il brand Disney racchiude in sè. Come ha dimostrato il panel intitolato "The Power of storytelling", vero momento forte dello showcase, che si è svolto a Londra nei giorni scorsi.

 

Protagonisti del talk coordinato da Imran Amed, fondatore di The Business of Fashion, Sandra Choi, direttore creativo di Jimmy Choo, Geoffroy de La Bourdonnaye, presidente di Chloé, Susanna Lau, fondatrice Style Bubble e Sebastian Manes, buying & merchandising director di Selfridges.

 

stats