TESSUTI

Miroglio Textile: novità high tech e attenzione alla sostenibilità

 

Miroglio Textile punta sull'innovazione. Dal primo settembre è operativo a pieno ritmo il nuovo reparto di stampe digitali nello stabilimento di Govone, alle porte di Alba. Qui, grazie alle ultimissime tecnologie Skanning e Single Pass, verranno sfornati ogni anno 14/15 milioni di tessuti stampati ad altissima definizione.

 

Ma non è solo la più elevata efficienza produttiva a spingere la storica realtà piemontese verso il rinnovamento: nelle priorità strategiche ci sono un servizio sempre più flessibile e personalizzato da un lato e la tutela ambientale dall'altro.

 

Una diversa visione aziendale riassunta nella piattaforma di business e servizi E.volution, progetto fresco di lancio articolato su tecnologia, ecosostenibilità e creatività.

 

“Le sfide sono far fronte al crescente bisogno di customizzazione da parte del mercato e fornire innovazione sostenibile, facendo convivere le nuove esigenze con la matrice fortemente industriale della nostra realtà”, dice a fashionmagazine.it il direttore Paolo Gramaglia.

 

Una prova di equilibrismo che i nuovi macchinari agevoleranno, consentendo performance elevatissime in termini di qualità di prodotto, una maggiore agilità nell'offerta di soluzioni e disegni esclusivi per i clienti e un minore impatto ambientale.

 

“Le produzioni, andranno sempre più incontro alla modellistica, saranno i nostri disegni ad adattarsi al capo, fino al concetto di garment engineering - fa sapere Gramaglia -. Quanto all'eco- responsabilità, già negli ultimi 24 mesi abbiamo ridotto sensibilmente i consumi di acqua, di energia e livello delle emissioni atmosferiche”.

 

La tecnologia intelligente di E.volution consente ora un miglioramento certificato delle prestazioni ambientali, con un risparmio d'acqua tra il 47 e il 90% al metro lineare di tessuto stampato, una riduzione delle emissioni di CO2 fino al 25% e un risparmio energetico fino al 37% (sempre per metro lineare).

 

“La flessibilità del digitale - aggiunge Chiaretto Calò, global commercial director – ci permette un ascolto più attento del mercato: capire le esigenze del cliente per facilitarne il lavoro e tagliarne i costi è ciò che oggi significa customer service”. A completare il nuovo reparto è stato installato anche un vaporizzatore di ultima generazione, che velocizza la fase di fissaggio delle stampe, limitando ulteriormente gli sprechi d'alimentazione.

 

Miroglio Textile, società del Gruppo Miroglio, vanta un fatturato di 133 milioni di euro realizzato per l'80 per cento sui mercato esteri e conta su tre unità produttive: la stamperia di Govone - che tra uniti e stampati immette sul mercato 20 milioni di metri di tessuto l'anno -, lo Stabilimento Transfer di Alba per la stampa e l'applicazione di decorazioni su carta o film plastici trasferibili su tessuti, pelle, legno e metallo (con una produzione di 27 milioni di metri di carta transfer + film in Sublitex) e la Filature Italienne di Boumerdes, in Tunisia, specializzata nella produzione di filo discontinuo (1,4 milioni di kg).

 

Nella foto, Giuseppe Miroglio (a sinistra) e Paolo Gramaglia: alle loro spalle la nuova stampante digitale MS Lario (single pass), in grado di realizzare circa 2mila metri l'ora).

 

 

stats