TRA RETAIL E MECENATISMO

Prada inaugura a Bari e dà una mano al FAI

 

Non solo un opening, ma un'occasione per aiutare il FAI (Fondo Ambiente Italiano) nella tutela del patrimonio artistico e culturale italiano: in occasione dell'inaugurazione del monomarca di via Sparano a Bari, Prada si è impegnata a restaurare un'opera e un monumento-simbolo della Puglia.

 

La griffe contribuirà a riportare agli antichi splendori il polittico di Antonio Vivarini del 1467, conservato nella Pinacoteca Provinciale di Bari, e il pozzo dell'Abbazia di Santa Maria di Cerrate (nella foto), a pochi chilometri da Lecce, presumibilmente fondata nel XII secolo ai tempi dei Normanni.

 

"Con questa iniziativa - si legge in un comunicato - Prada consolida un ciclo di restauri iniziati nel 2010, con il recupero di quattro statue di gesso dell'Accademia di Belle Arti di Bologna, e proseguiti nel 2012, con l'intervento nel Sacello di San Prosdocimo presso l'Abbazia di Santa Giustina a Padova".

 

La nuova boutique della casa di moda a Bari si avvale di una strategica posizione ad angolo, attigua alla storica libreria Laterza. Progettata da Roberto Baciocchi, occupa una superficie ragguardevole: 600 metri quadri su due livelli, collegati tra loro da una scala di marmo nero Marquina.

 

 

stats