TRIMESTRALI

Adidas in flessione nel terzo trimestre dell’anno

L’utile netto di Adidas cala dell’8% a 316 milioni di euro nei tre mesi terminati il 30 settembre scorso. Il gruppo di sport e lifestyle registra inoltre un utile operativo in flessione del 6% a 463 milioni di euro e un fatturato in contrazione del 7% a quota 3,88 miliardi di euro.

 

La performance negativa viene attribuita dalla società con sede a Herzogenaurach in Germania alle oscillazioni del cambio, a problemi imprevisti nella distribuzione in Russia e nelle ex Repubbliche Sovietiche e, infine, alla persistente situazione di debolezza del mercato globale del golf.

 

Le vendite vanno bene in America Latina, dove la crescita è stata del 12%, e nella Greater China, dove il business di Adidas è progredito del 9%, mentre soffrono Europa Occidentale e Nord America, dove il rallentamento è stato rispettivamente del 6% e del 5%.

 

A livello di brand della conglomerata, adidas si rivela pressoché stabile e Reebok in crescita del 5%. Peggiorano invece del 16% i risultati di TaylorMade-Adidas Golf e del 4% quelli di Rockport.

 

Nonostante il quadro trimestrale non brillante, il gruppo ha confermato le previsioni formulate sull’intero fiscal year a settembre: le vendite sono attese in crescita a una sola cifra, il margine operativo lordo dovrebbe oscillare tra 48,5% e 49%, rispetto al 47,7% messo a segno nel 2012. L’utile netto, infine, viene stimato tra 820 e 850 milioni di euro, in confronto ai 791 dello scorso anno.

 

 

stats