Tessile

Biella Manifatture Tessili (Marzotto) più sostenibile: -30% di acqua e -10% di CO2

Biella Manifatture Tessili, azienda del Gruppo Marzotto cui fanno capo i tessuti Guabello, Fratelli Tallia di Delfino e Marlane, ha ottenuto la Iso 14001. Un traguardo all'insegna della sostenibilità e l'avvio per arrivare alla certificazione sociale SA8000 nel 2019.

 

Come spiegano dall'azienda biellese, la certificazione dimostra la presenza di un sistema di controllo dei rischi ambientali conforme alla norma Iso 14001 e la ricerca di un miglioramento continuo, attraverso azioni come la scelta di prodotti chimici sempre più sostenibili, l'utilizzo razionale dell'acqua e dell'energia, nonché la riduzione dei rifiuti prodotti.

 

Il percorso per la certificazione di Biella Manifatture Tessili, con tutte e tre le divisioni, è iniziato nel 2016. Per ottenere la certificazione, che ha previsto investimenti per circa 3 milioni di euro, sono stati resi più efficienti gli impianti produttivi fino a raggiungere queste performance: -30% dei consumi di acqua, con conseguente minore utilizzo di prodotti chimici per ogni metro di tessuto prodotto, -10% di anidride carbonica nell'atmosfera e -30% di emissioni di ossidi di azoto.

 

«La nostra idea di sostenibilità - commenta Davide Favrin, amministratore di Biella Manifatture Tessili (al centro nella foto) - è incentrata sull’attenzione alle persone che lavorano in azienda e sul benessere diffuso nella comunità di cui facciamo parte».

 

«Alla base della nostra filosofia - prosegue - sta il concetto di miglioramento continuo: un percorso di qualità che va dalla selezione attenta della materia prima, all’analisi del processo produttivo, dall’ideazione all’ingegnerizzazione del prodotto».

 

Secondo Favrin, la certificazione è un traguardo e un punto di partenza: «Entro i primi mesi del 2019 ci porterà a ottenere a certificazione sociale SA8000, che prevede lo sviluppo di un sistema virtuoso volto ai lavoratori, puntando sulla loro valorizzazione, la formazione e la crescita professionale».

 

A oggi, sono solo sei le aziende tessili italiane che possono vantare entrambe le certificazioni, due delle quali fanno parte del Gruppo Marzotto (Ratti e Marzotto Lab).

 

Biella Manifatture Tessili, che occupa più di 350 addetti, è una realtà del tessile da 110 milioni di euro di fatturato, di cui 40 realizzati grazie al lanificio Guabello, un'eccellenza nei tessuti di alta gamma fondato nel 1815, che esporta l'80% della propria produzione.

 

Il marchio di tessuti per il menswear Fratelli Tallia di Delfino genera 30 milioni di ricavi e altri 40 derivano da Marlane, che realizza proposte per l'upper-casual dal buon rapporto qualità/prezzo.

  

stats