Trimestrali

Abercrombie migliora le perdite ma delude gli analisti

Nel primo trimestre fiscale chiuso a fine aprile, i ricavi di Abercrombie & Fitch registrano un calo del 3% a 686 milioni di dollari (-4% a periodi comparabili).

 

Nel quarter il brand Abercrombie & Fitch ha registrato un calo delle vendite dell'8%, a cambi costanti, mentre Hollister (nella foto) è rimasto stabile. In flessione sia il business domestico (-2%) che internazionale (-7%).

 

Il quarter è terminato con una perdita operativa di 54,9 milioni di dollari, in miglioramento dai 90 milioni precedenti. La perdita netta è scesa da 63 a 40 milioni di dollari.

 

Gli analisti finanziari si aspettavano in media ricavi pari a 710 milioni e una perdita per azione di 51 centesimi di dollaro, contro i 59 centesimi di perdita effettivi.

 

In fatto di previsioni, il management del gruppo di Albany (Ohio) non si pronuncia sul secondo trimestre, che resta sfidante, mentre ipotizza un recupero nel secondo semestre, che dovrebbe essere trainato dagli investimenti nel marketing, da una migliore gestione degli store e dalle strategie multicanali.

 

Entro il fiscal year l'obiettivo è aprire 15 nuovi store, 10 dei quali all'estero, principalmente in Cina. In più sono in programma se nuovi outlet, soprattutto negli Stati Uniti, dove però si procederà alla chiusura di 60 punti vendita alla naturale scadenza dei contratti d'affitto.

 

stats