Trimestrali

Aeffe: utili più che dimezzati nei tre mesi

Il Gruppo Aeffe, proprietario di marchi come Alberta Ferretti e Moschino, chiude il terzo trimestre con utili in calo del 66% a 1,4 milioni di euro, mentre i ricavi sono diminuiti dell'8,7% a 70,4 milioni. Perdite per 2,3 milioni nel bilancio a nove mesi.

 

Nel terzo quarter l'ebit del gruppo riminese è sceso del 43% a 5,7 milioni, mentre l'ebitda ha accusato un -33% a 8,9 milioni.

 

Il bilancio a nove mesi evidenzia una perdita di 2,3 milioni di euro, dal precedente rosso di 283mila euro. Il risultato operativo è sceso a 10,4 milioni, dai 6,7 milioni del 2012 e il margine operativo lordo si è ridotto da 20,5 a 16,3 milioni, soprattutto a causa dei costi per le attività promozionali e le risorse umane investite nei brand Philosophy, Ungaro e Cédric Charlier (secondo il management queste spese produrranno i loro effetti dal prossimo anno). La flessione (-2,8%) riguarda anche il fatturato, a 193,3 milioni. Come precisa una nota, i ricavi mostrano un +2,4%, se non si tiene conto delle oscillazioni dei cambi, delle licenze terminate Jean Paul Gaultier e Cacharel e della new entry Ungaro.

 

“Nonostante il perdurare di condizioni difficili a livello macroeconomico - ha commentato Massimo Ferretti, presidente di Aeffe - il gruppo continua dinamicamente a rivitalizzare la propria offerta. Sostituite due licenze non più profittevoli con i nuovi progetti Cédric Charlier, Emanuel Ungaro by Fausto Puglisi e Philosophy by Nathalie Ratabesi, il focus si è ora spostato su Moschino, dove la recente nomina di Jeremy Scott a direttore creativo della maison, ci apre a nuove opportunità e ci mette nelle condizioni di programmare le strategie future con rinnovato ottimismo (nella foto, un look per la prossima estate)”.

 

Il peggiore mercato per Aeffe sono gli Usa: -23,5% che la società quotata spiega con il mancato rinnovo della licenza Jean Paul Gaultier. Positiva l'Italia, principale area di riferimento (+5%), mentre il resto d'Europa prende il segno meno (-5,6%).

 

stats