Trimestrali

Anche Hermès corre (+13%): è il momento d'oro del lusso francese

Tre mesi in crescita per Hermès, che archivia il primo quarter del 2017 a quota 1,35 miliardi di euro, incrementando i ricavi del 13,5%, rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente. Si conferma così il momento d'oro del lusso francese, dopo le recenti trimestrali più che positive di Lvmh e Kering.

 

Nonostante l'accelerazione di questa prima parte dell'anno, Hermès resta prudente e mantiene invariate le sue prospettive di crescita annuali.

 

Un avvio di anno così incoraggiante è da collegarsi con una base di confronto particolarmente favorevole: il primo trimestre del 2016 era stato segnato dagli attentati di Parigi di fine 2015, che avevano portato a un rallentamento delle vendite.

 

La crescita è stata sostenuta dalle vendite nei negozi monomarca (+13%), mentre sul fronte merceologico, anche se resta il business della pelletteria a sostenere i conti del gruppo (+15% a quota 695 milioni, ovvero oltre la metà dell'intero giro d'affari), il ready to wear ha dato buoni risultarti, mettendo a segno un +8%.

 

Trend positivo pure per gli accessori in seta e il segmento tessile (+8,5) e i profumi (+18,5%), mentre retrocedono gli orologi (-5,9%), confermando il momento critico del settore.

 

L'andamento delle vendite è stato positivo in tutte le aree geografiche con l'Asia in grande spolvero (+16%), seguita da Usa (+14%) ed Europa (+9%). In patria invece Hermès deve accontentarsi di un risultato sotto la media (+4%), probabilmente giustificato dal clima generato dalla campagna elettorale per le elezioni presidenziali, che tradizionalmente non incentiva lo shopping, oltre che dal calo del turismo.

 

Quanto al futuro il gruppo non fornisce cifre, ma conferma il suo obiettivo di crescita per il fatturato "ambizioso” a parità di tassi. Questi risultati e questa fiducia nel futuro sono stati ben accolti dalla Borsa di Parigi, dove oggi il titolo della maison guadagna circa l'1,42%.

 

Si chiude così un mese positivo per il lusso francese che dimostra di godere ottima salute con Lvmh che ha annunciato una crescita delle vendite del 15% nel primo trimestre e Kering addirittura del 31%.

stats