Trimestrali

Christian Dior Couture: +8% nei nove mesi, stabile nel quarter

Nei nove mesi tra il primo luglio 2015 e il 31 marzo 2016 i ricavi di Christian Dior Couture sono saliti dell'8%, a 1,39 miliardi di euro (+3% a parità di tassi e perimetro). Tra gennaio e marzo, invece, la maison parigina ha registrato un -1% (quarter stabile, senza tenere conto dei cambi).

 

Lo rende noto il Gruppo Christian Dior, il cui business principale è dato da Lvmh, di cui controlla il 40,9% del capitale. Nei nove mesi il gruppo di avenue Montaigne ha registrato in totale 28,9 miliardi di euro di fatturato: il 10% in più rispetto ai nove mesi precedenti (+5% a cambi e perimetro costanti). Tra gennaio e marzo 2016 il giro d'affari di Christian Dior Groupe è, invece, cresciuto del 3% sia a cambi correnti che su base organica.

 

Nel trimestre Christian Dior Couture (nella foto, il ready to wear autunno-inverno 2016/2017) ha risentito del calo del flusso turistico a Parigi, seguito agli attentati di novembre: le vendite hanno registrato un -1%, a 429 milioni di euro.

 

Anche il business della moda di Lvmh non è rimasto indenne dagli effetti del terrorismo: i ricavi sono rimasti invariati a 2,97 miliardi di euro, come indicato dal gruppo del lusso nei giorni scorsi.

 

stats