Trimestrali

Christian Dior Couture: con Chiuri ricavi oltre il mezzo miliardo di euro (+18%)

Nel primo trimestre Christian Dior Couture registra un incremento delle vendite del 18%, passando da 429 a 506 milioni di euro. Il quarter - spiegano dal Gruppo Dior - riflette i consensi ottenuti dalla collezione primavera-estate 2017, che ha segnato il debutto del direttore creativo per la donna Maria Grazia Chiuri.

 

Queste performance, unite al buon andamento della controllata Lvmh (+15% i ricavi quarterly, a 9,88 miliardi di euro) fanno sì che il Christian Dior Group registri una crescita del fatturato del 15% a 10,4 miliardi (+13% l'incremento a periodi comparabili).

 

Come precisato anche ieri, 11 aprile, con la pubblicazione delle vendite di Lvmh, il trimestre si confronta con un gennaio-marzo 2016 penalizzato dal crollo dei consumi di lusso in Europa, per effetto degli attacchi terroristici di Parigi.

 

In un contesto particolarmente incerto, il gruppo dichiara di voler continuare a puntare allo sviluppo dei marchi in portafoglio e al controllo dei costi, oltre che investire in qualità, eccellenza e innovazione.

 

Il mercato azionario, in avvio di contrattazioni, sembra non curarsi troppo della buona performance del gruppo del lusso. Intorno alle 10, le azioni Christian Dior restano sulla parità a 222,1 euro, mentre l'indice Cac40 registra un +0,45%. Lvmh segna un +0,29% a 209,2 euro.

 

stats