Trimestrali

Desigual: fatturato -10,5%. I nuovi manager razionalizzano il retail

Trimestre in flessione per il marchio spagnolo Desigual: -10,5% i ricavi a 244,7 milioni di euro, che riflette la minore domanda sui mercati storici e l'impatto della razionalizzazione in atto del network di negozi diretti.

 

Lo si legge nella trimestrale del fondo francese Eurazeo, proprietario del 10% del capitale della società (con partecipazioni anche in Moncler e, più di recente, Farfetch), dove si precisa che la strategia si inserisce in un programma più ampio, che riguarda l'ottimizzazione dei canali distributivi, dei mercati e delle categorie di prodotto.

 

Tale piano beneficerà degli input di un nuovo direttore aggiunto, Pierre Cuilleret (nominato chief client officer), già amministratore non esecutivo della società, che apporta le competenze nel Crm e nel retail acquisite presso società come The Phone House e Micromania. Insieme ad Alberto Ojinaga (ex direttore generale del retailer Caprabo, in febbraio nominato chief corporate officer), lavoreranno per accelerare la trasformazione di Desigual.

 

Desigual ha chiuso il 2015 con un fatturato pari a 934 milioni, in flessione del 3% rispetto al 2014.

 

stats