Trimestrali

Gap: migliorano ricavi e utili

Buone nuove dagli States. Nel primo trimestre terminato il 29 aprile il retailer americano Gap Inc. ha totalizzato 3,44 miliardi di dollari di ricavi. Una cifra sui livelli precedenti, ma in aumento su base comparabile: +2% rispetto allo stesso periodo del 2016 (terminato con un -5%).

 

Gli analisti sentiti da Consensus Metrix avevano previsto in media un calo dei ricavi comparabili dello 0,2%.

 

A migliorare le performance è l'insegna Old Navy, che passa dal -6% al +8%, a periodi comparabili. Gap accusa un -4% (dal -3%), come Banana Republic (dal precedente -11%). 

 

Il risultato operativo del gruppo nel quarter è passato da 222 a 254 milioni di dollari e l'utile da 127 a 143 milioni.

 

La ripresa, come ha commentato il ceo Art Peck, si deve principalmente al miglioramento nella qualità e nel fitting delle collezioni. L'obiettivo del gruppo resta quello di realizzare il miglior prodotto e la più soddisfacente customer experience.

 

Il retailer quotato a New York sta anche razionalizzando la rete distributiva. Nel periodo ha chiuso 31 punti vendita (tra diretti e in franchising) e ne ha aperti 24. Al termine del quarter i negozi all'attivo nel mondo risultavano 3.652.

 

Per la fine dell'esercizio è stata ribadita la previsione di ricavi invariati o leggermente superiori a quelli del 2016.

 

stats