Trimestrali

Gruppo Tod's: -3% le vendite. Della Valle: «Contesto impegnativo»

Nel primo trimestre 2016 il fatturato del Gruppo Tod's è sceso a 249,6 milioni di euro, in calo del 3,1% rispetto allo stesso trimestre del 2015 (-4% a cambi costanti). Risente della discesa del brand principale Tod's, mentre accelerano Roger Vivier e Fay.

 

Tod's - in questo momento alla ricerca di un nuovo direttore creativo, al posto di Alessandra Facchinetti - ha totalizzato 131,8 milioni di ricavi, in calo del 7,3% a causa, come spiegano dall'azienda, soprattutto della debolezza dei consumi in Europa. Nel secondo semestre dovrebbero essere visibili i primi frutti degli investimenti per aumentare la brand awareness  del marchio.

 

Hogan - il secondo maggiore business - ha archiviato il trimestre con un -1,5% a 67,1 milioni. Il lusso di Roger Viver non sente la crisi: +8,7% a 35,7 milioni. Fay ha registrato un incremento delle vendite del 2,9% a 14,6 milioni.

 

A livello geografico, il gruppo marchigiano registra un -3% in Italia e un +0,6% nel resto d'Europa. Nelle Americhe e in Greater China la flessione è rispettivamente del 4,7% e del 9,8% (performance, quest'ultima, soprattutto alla debolezza dei consumi a Hong Kong e Taiwan).

 

«l dati di fatturato del primo trimestre - ha dichiarato Diego Della Valle, presidente e amministratore delegato della società - riflettono un contesto di settore e di mercato impegnativo, caratterizzato dal forte calo dei flussi di turisti e dalla debolezza dei consumi in molti importanti mercati per il settore».

 

«In questo scenario - ha proseguito - il nostro gruppo sta continuando a lavorare con determinazione, con l'obiettivo di continuare a crescere, valorizzando sempre di più la qualità e lo stile dei nostri prodotti e la loro artigianalità».

 

«Siamo convinti - ha concluso - della bontà e dell'importanza della nostra strategia, di dare sempre più una connotazione lifestyle al marchio Tod's, pur mantenendo alto il focus sul core business delle calzature e degli accessori in pelle. Ritengo che il gradimento delle collezioni invernali, già in parte realizzate con questo spirito, e i buoni risultati che l'ottimizzazione dei costi ci daranno nei mesi futuri, ci permetteranno di chiudere l'anno in modo soddisfacente».

 

In chiusura di seduta il titolo Tod's è scambiato a 56,7 euro a Piazza Affari, in calo di quasi il 7% rispetto a ieri, mentre l'indice Ftse Italia All Share registra un -0,23%.

 

Le quotazioni di Tod's risentono delle reazioni degli analisti dopo la trimestrale. Credit Suisse ha ridotto il giudizio da "neutral" a "underperform" e ridotto il prezzo obiettivo da 65 a 55 euro. Raymond James ha rivisto il target price a 55 euro da 63 euro, con rating "underperform". Jp Morgan ha abbassato il target a 64 euro, dal precedente di 68 euro.

 

 

stats