Trimestrali

Hermès International cresce a due cifre (senza effetto cambio)

Inizio d'anno accelerato per Hermès. Il primo trimestre termina con un incremento dei ricavi a cambi costanti dell'11%, molto vicino a quello della rivale Lvmh (+13%), che ha divulgato i dati il 10 aprile scorso.

 

Tra gennaio e marzo il giro d'affari di Hermès ha raggiunto gli 1,39 miliardi di euro, in aumento del 3% al cambio attuale. Come si legge in una nota, l'impatto negativo dell'euro forte ammonta nel quarter a 104 milioni di euro.

 

Il gruppo del lusso aveva chiuso il 2017 con una crescita del 6,7% a valori correnti e dell'8,6% a valute invariate.

 

In Asia Hermès ha messo a segno un +16% a cambi costanti, se si esclude il Giappone (cresciuto dell'8%). Nelle Americhe l'incremento delle vendite è stato del 9%, contro il +7% dell'Europa (Francia esclusa, che ha segnato un +6%).

 

La divisione "Maroquinerie et Sellerie, che include le borse e rappresenta circa la metà dei ricavi, ha messo a segno un +7,5% nel trimestre (a cambi costanti), mentre l'abbigliamento e gli accessori hanno registrato un +17%. Le vendite dei profumi sono aumentate del 16%, senza l'effetto valute e l'orologeria è salita dell'11%. Gli accessori in seta e il tessile hanno registrato invece un +6,6%.

 

Come riporta Reuters, l'executive chairman Axel Dumas (nella foto) ha dichiarato che la performance del primo trimestre è un buon inizio, probabilmente oltre l'obiettivo annuale dell'azienda.

 

Poco prima delle 11 il titolo Hermès registra un +0,44% alla Borsa di Parigi, mentre l'indice Cac 40 è in lieve flessione (-0,2%) come gli indicatori degli altri listini europei.

 

stats