Trimestrali

Hermès International: leggera accelerazione nel quarter

Nel terzo trimestre le vendite di Hermès salgono del 9,9% a 1,26 miliardi di euro. A cambi costanti il gruppo del lusso cresce dell'8,8%, dopo il +8,1% del secondo trimestre. Confermate le previsioni di un aumento annuale sotto l'8%.

 

La lieve accelerazione di Hermès si spiega con miglioramenti sul mercato asiatico (+13% escluso il Giappone, che ha realizzato un +24%) e in Europa (+7%), che hanno più che compensato il calo della domanda in Francia (-1%).

 

Come riportato da Bloomberg, il ceo Axel Dumas ha specificato in una call: «La Cina ha migliorato il trend, grazie a un rafforzamento dell'economia e ai consumi domestici. Nel nostro caso non si tratta di ripresa, perché su quel mercato siamo sempre stati in crescita».

 

La voce più dinamica nel quarter è quella degli "articoli in pelle e selleria" (+18%), seguita dai profumi (+10%). Il ready-to-wear registra un debole incremento (+0,7%) e gli articoli in seta, come le cravatte e i famosi carré, accusano una flessione (-3,6%).

 

Nei nove mesi i ricavi si sono attestati a 3,7 miliardi, in rialzo del 7,4% (+7,7% a cambi costanti), grazie al +9% del maggiore mercato, l'Asia. Il Giappone, in particolare, ha registrato un +20%.

 

Come anticipato con la pubblicazione della semestrale, il management del gruppo francese ha confermato le stime di crescita dell'intero anno, al di sotto dell'8%, e profitti operativi che dovrebbero risultare leggermente maggiori nel 2015, visto l'impatto meno sfavorevole dei cambi (nella foto, la sfilata parigina per il womenswear primavera-estate 2017).

 

 

stats