Trimestrali

Hermès cresce del 10% nonostante l'euro forte

Nel primo trimestre 2014, il giro d'affari consolidato di Hermès ha raggiunto i 943,5 milioni di euro, in aumento del 14,7% a cambi costanti e del 10,1% a cambi correnti. Nei negozi gestiti direttamente l'incremento è stato del 16,7%.

 

Nel quarter il Giappone si è messo in evidenza per un +22%. Il resto dell'Asia, trainato dalla Cina, ha messo a segno un +18%. Le Americhe hanno mostrato un +18% mentre l'Europa è cresciuta dell'8%. L'impatto negativo delle valuta ammonta, nei calcoli del gruppo del lusso, a 40 milioni di euro.

 

Nel segmento pelle i ricavi sono aumentati del 16%. In questo settore Hermès sta espandendo la produzione come dimostra l'apertura, nel 2012, di due siti produttivi a Isère e a Charente, nonché la costruzione di due nuove manifatture in zona Franche-Comté.

 

Il segmento più dinamico però è quello del ready to wear e degli accessori, che ha segnato un +19%. La seta e i tessili sono saliti del 14%, contro il +6% dei profumi. Stabili gli orologi, mentre gli altri settori (tra questi la gioielleria e la casa) sono cresciuti del 17%.

 

stats