Trimestrali

I consumi deboli e i tassi di cambio penalizzano i conti di Guess

Ricavi in calo del 2% nel terzo trimestre dell'americana Guess e gli utili ne risentono, passando da 66,3 a 36,6 milioni di dollari (-44,7%). Il brand subisce le conseguenze della debolezza dei consumi nei maggiori mercati di riferimento, ma l'Asia segna +16%.

 

I profitti per azione, a 43 centesimi (71 centesimi nello stesso quarter del 2011) sono risultati al di sotto delle stime degli analisti, che avevano previsto 44 centesimi. Gli esperti si attendevano inoltre ricavi pari a 624,8 milioni di dollari, contro i 628,8 effettivamente realizzati (+1% a cambi costanti). In Europa, in particolare, il fatturato ha subito un -8,3% (+1,7% senza tenere conto del cambio). In Nord America, invece, il retail è sceso del'1,3% e il wholesale è salito dell'1%. I ricavi derivanti dalle licenze hanno accusato un -7,6%.

 

Per il prossimo quarter il gruppo guidato d Paul Marciano stima un netto recupero: gli utili dovrebbero collocarsi tra 85 e 95 centesimi per azione, mentre il turnover dovrebbe attestarsi tra 780 e 800 milioni. Su base annuale la società ha in previsione di raggiungere profitti tra 2,05 e 2,15 centesimi, con un giro d'affari tra 2,62 e 2,64 miliardi di dollari.

 

stats