Trimestrali

Nike: i ricavi del quarter salgono a 7 miliardi di dollari

Nel terzo trimestre terminato il 28 febbraio, il gigante dello sportswear Nike ha realizzato un incremento delle vendite del 13% a 6,97 miliardi di dollari (+14% a cambi costanti). Negativo solo il Giappone (-9%).

 

Il gruppo dell'Oregon ha registrato un +12% in Nord America e un +22% in Europa Occidentale, mentre è rimasto stabile in Europa Centro-Orientale. In Greater China la crescita è stata del 9%. Nel quarter il brand Nike è cresciuto del 14% a 6,6 miliardi di dollari e Converse è salito del 16% a 420 milioni (a cambi costanti). ll giro d'affari globale ha superato le stime degli analisti che, come riporta l'agenzia Bloomberg, avevano previsto la cifra di 6,81 miliardi.

 

L'utile netto trimestrale della società guidata da Mark Parker si è attestato a 685 milioni di dollari, in calo del 21% rispetto al terzo quarter dell'esercizio precedente, che beneficiava degli introiti per la vendita di Cole Haan e Umbro. Nel bilancio a nove mesi, i profitti sono salti del 10% a 2 miliardi di dollari: un risultato che risente del +9% del turnover, a 20,37 miliardi di dollari.

 

Segnali positivi arrivano dagli ordinativi futuri. Le linee di footwear e abbigliamento sportivo a marchio Nike che saranno consegnate tra marzo e luglio (nella foto, il nuovo modello Nike Free) hanno raggiunto la cifra di 10,9 miliardi di dollari, in aumento del 12% rispetto all'analogo periodo dello scorso anno (+145 a parità d cambi).

 

stats