Trimestrali

Numeri al rialzo per Puma con Rihanna

Il brand Puma archivia il primo trimestre con un incremento del 3,7% delle vendite e una crescita degli utili del 4%. Il ceo Bjørn Gulden si è dichiarato particolarmente soddisfatto del business "al femminile", trainato dal lancio di nuovi prodotti (tra questi la linea Fenty Puma by Rihanna, sold out nello store online di Puma in diversi Paesi, tra cui l'Italia, nella foto).

 

Il fatturato del periodo ha raggiunto gli 852 milioni di euro (+7,3% a valute costanti), come già emerso nel bilancio trimestrale del gruppo francese Kering, proprietario del brand. Il maggiore driver, come precisano dal gruppo tedesco, è stato il segmento footwear.

 

Il risultato operativo è aumentato del 10% a 41,3 milioni di dollari per effetto di un aumento del fatturato più significativo dell'aumento dei costi operativi e della stabilità dei margini. L'utile netto trimestrale è aumentato del 4% a 25,8 milioni di euro.

 

«Il primo trimestre ha rispecchiato le aspettative - ha commentato il ceo Bjørn Gulden -. Assistaiamo a una crescita organica in tutti i segmenti e regioni. Vediamo continui progressi sia nel retail diretto che in quello dei partner, in particolare nel women’s business, dove il lancio di nuovi prodotti e una nuova strategia di marketing sta dando risultati eccellenti».

 

Gulden ha fiducia anche per i mesi a venire, densi di appuntamenti sportivi come la Coppa America, la Coppa Uefa 2016 e le Olimpiadi di Rio, duranti i quali Puma avrà modo di dimostrare le sue qaulità di brand «innovativo e di design».

 

«Nonostante l'impatto negativo delle valute confermiamo il nostro outlook per l'intero esercizio», ha concluso il ceo. Il fatturato è stimato i crescita "high single digit" (a valute invariate). Il margine lordo è atteso invariato al 45,5% e l'ebit dovrebbe attestarsi tra 115 e 125 milioni di euro.

 

stats