Trimestrali

Pvh passa dal rosso a un utile di 35 milioni di dollari

Il bilancio di Pvh, gruppo americano proprietario di brand come Calvin Klein e Tommy Hilfiger, torna in utile nel primo trimestre fiscale terminato il 5 aprile. I ricavi del periodo sono saliti a 1,96 miliardi di dollari (+2,8%).

 

Le vendite del marchio Calvin Klein (nella foto), in particolare, sono aumentate del 4% a 665 milioni di dollari. Quelle di Tommy Hilfiger hanno, invece, registrato un +6% a 862 milioni.

 

Nel quarter l'ebit di Pvh è più che quadruplicato, da 18,4 a 84,5 milioni di dollari, e l'utile ha totalizzato 35,2 milioni, dalla precedente perdita di 10,3 milioni.

 

Sulla base di questi risultati, il management stima che l'utile annuale si collocherà tra 7,30 e 7,40 dollari per azione dai 7,03 dollari del 2013. Nelle previsioni, i ricavi a 12 mesi dovrebbero totalizzare 8,5 miliardi di dollari (+5%, escludendo il business legato a G.H.Bass & Co., ceduto a fine 2013 a G-III Apparel). Questo target tiene conto di un progresso del 7% delle vendite di Tommy Hilfiger e di una crescita di circa il 4% del fatturato di Calvin Klein.

 

stats