Trimestrali

Pvh: ricavi deboli, utili in progresso del 47%

Il gruppo americano Pvh, che ha in portafoglio marchi come Calvin Klein, Tommy Hilfiger, Izod e Timberland, ha totalizzato profitti trimestrali pari a 164,5 milioni di dollari, in aumento del 47,4% rispetto al terzo quarter 2011. Riviste al rialzo le previsioni annuali, nonostante l'uragano Sandy.

 

Gli utili per azione si sono attestati a 2,24 dollari, che salgono a 2,34 dollari se non si tengono in considerazione alcuni costi straordinari. Gli analisti di Wall Street avevano invece previsto un risultato per azione pari a 2,30 dollari.

 

Tuttavia, nel quarter i ricavi sono scesi da 1,65 a 1,64 miliardi di dollari. Le vendite legate a un brand di punta come Tommy Hilfiger hanno segnato un +1%, mentre quelle di Calvin Klein un +6%. In calo del 7% invece il business degli Heritage brand, su cui pesano l'uscita dal womenswear Izod e il wholesale dello sportswear a marchio Timberland.

 

Tenendo conto dell'impatto, ai primi di novembre, dell'uragano Sandy, la società stima che i profitti del quarto trimestre si collocheranno tra 1,48 e 1,49 dollari per azione. Nell'intero esercizio dovrebbero invece risultare pari a 6,37-6,38 dollari per azione, in rialzo dalla precedente previsione di 6,25-6,32 dollari.

 

All'inizio del 2013 è previsto il closing della recente acquisizione della rivale Warnaco: un merger da 2,9 miliardi di dollari che ha permesso, tra l'altro, di rilevare le linee Calvin Klein underwear, jeans e sportswear.

 

stats