Trimestrali

Ralph Lauren cresce del 9% e alza le previsioni

Nel terzo trimestre terminato il 28 dicembre 2013, la Ralph Lauren Corporation ha totalizzato un turnover di 2 miliardi di dollari: il 9% in più rispetto allo stesso periodo del 2012 (+11% a valute costanti). Rialzi vicini al 10% nelle Americhe, in Asia ed Europa.

 

Il segmento wholesale, in particolare, ha messo a segno un +14% a 840 milioni di dollari, mentre il retail è salito del 6% a 1,1 miliardi, grazie alle nuove aperture. L'utile operativo del quarter ha registrato un +10% a 334 milioni, mentre i profitti netti sono aumentati del 10% a 237 milioni. Si tratta di 2,57 dollari di utili per azione (dai 2,31 di un anno prima), superiori ai 2,51 dollari previsti dagli analisti interpellati da Bloomberg.

 

Il bilancio a nove mesi evidenzia un incremento del 5% dei ricavi, a 5,58 miliardi di dollari ma un leggero calo del risultato operativo, passato da 945 a 905 milioni. L'utile netto è rimasto in linea con i nove mesi dell'esercizio precedente a 623 milioni di dollari.

 

Sulla base di questi dati, il gruppo stima per il quarto trimestre un progresso delle vendite tra il 10% e il 12%. Per l'intero anno l'incremento dovrebbe risultare del 7%, da una precedente previsione di crescita in un range tra il 5% e il 7%. L'accelerazione, come anticipano dalla fashion house, sarà trainata anche da nuove categorie merceologiche e dal lancio sul mercato della linea donna a marchio Polo, in concomitanza con l'apertura, entro l'anno, del flagship Polo sulla Fifth avenue.

 

stats