Trimestrali

Ratti: sul -4% del giro d'affari pesa la frenata nell'alto di gamma

Il gruppo serico Ratti archivia il primo trimestre con ricavi pari a 19,7 milioni di euro, in discesa del 4,2% rispetto allo stesso periodo del 2015. Il business principale, legato al lusso, ha subito un calo della domanda del 16%.

 

Questa flessione - spiegano dalla società - è collegata al rallentamento delle divisioni abbigliamento di alcuni clienti dell'alto di gamma. Positivo il polo delle collezioni donna (+15%), trainato sia dal segmento del tessuto per abbigliamento, sia dai punti vendita di accessori in licenza. Bene anche il polo del fast fashion (+11%) e dell'arredamento (+7,9%).

 

Nel trimestre l'ebitda è sceso a 0,8 milioni di euro (dai precedenti 1,6 milioni) e il risultato operativo è passato da 1 a 69mila euro. L'utile è diminuito da 746mila a 48mila euro.

 

stats