Trimestrali

Ricavi poco mossi ma profitti sopra le stime per Marks & Spencer

Il retailer britannico Marks & Spencer ha annunciato i risultati del primo semestre fiscale chiuso a fine settembre: i ricavi sono saliti dello 0,4% a 4,7 miliardi di sterline (+0,9% a cambi costanti), nonostante un miglioramento nel secondo quarter.

 

La voce "general merchandise" ha realizzato un +1,8% nel secondo trimestre, dopo il -6,8% dei primi tre mesi. La divisione food è invece passata dal +0,6% al +1,6%. I profitti ante-imposte semestrali hanno totalizzato 296,8 milioni di sterline a periodi comparabili, al di sopra delle stime degli analisti elaborate da Bloomberg, che si attendevano in media 280 milioni di sterline. Sull'intero esercizio il management ha stimato un incremento del margine lordo nella parte alta dell'intervallo 0-0,25 punti percentuali.

 

Nel commentare il bilancio, il ceo Marc Bolland ha parlato anche di performance positive dei negozi all'estero e di forte crescita nel business multicanale, mentre già da diversi mesi si sta lavorando affinché M&S si trasformi in un "international multi-channel retailer".

 

Tra i focus del gruppo c'è anche lo sviluppo dei segmenti lingerie e bellezza, visto che all'inizio del 2013 entrerà in carica con il ruolo di director of lingerie and beauty Janie Schaffer, attuale chief creative officer di Victoria Secret. Prenderà il posto di Frances Russel, che è stata promossa direttore del womenswear.

 

stats