Trimestrali

Ricavi sotto le attese da Richemont

Il gruppo del lusso Richemont, che ha in portafoglio marchi dei gioielli e degli orologi come Cartier, Van Cleef & Arpels e Vacheron Constantin, ha archiviato il terzo quarter con 2,94 miliardi di ricavi, in aumento del 3% ma sotto le stime degli analisti.

 

La media degli esperti sentiti da Reuters si aspettava un fatturato di oltre i 3 miliardi di euro.

La società, che ha in portafoglio anche brand come Piaget, Baume & Mercier e IWC, ha subito un -13% in Giappone e ha realizzato un debole +1% in Asia-Pacifico, il maggiore mercato in valore (1,13 miliardi di ricavi). Le cose sono andate meglio in Europa-Medio Oriente (+7%) e nelle Americhe (+6%).

 

Nel trimestre terminato il 31 dicembre, le vendite retail sono cresciute del 7%, mentre quelle wholesale sono diminuite del 2%. Quanto alle aree di business, la crescita è stata tra il 3% e il 4% per tutti i segmenti tranne maison Montblanc (-4%).

 

Nel periodo aprile-dicembre 2013 il fatturato ha raggiunto gli 8,26 miliardi di euro, in progresso del 4%, sostenuto dalle Americhe (+6105 ) e dall'Europa-Medio Oriente (+8%). i mercati asiatici invece sono cresciuti soltanto dell1%. Gappone escluso, che ha incassato un -10% (nella foto, un bracciale della collezione di alta gioielleria Panthère de Cartier).

 

stats