Trimestrali

Richemont cresce oltre le stime (+7%)

Nel terzo trimestre chiuso lo scorso dicembre il gruppo del lusso Richemont (Cartier, Van Cleef & Arpels, Baume & Mercier, tra i marchi ion portafoglio) ha registrato un incremento del 7% dei ricavi a 3,1 miliardi di euro (+1% a cambi costanti).

 

Come riporta Bloomberg, gli analisti si aspettavano un progresso del 5,9%, non troppo lontano dal 5% realizzato nell'analogo quarter 12 mesi prima.

 

Il gruppo cresce a due cifre in Asia-Pacifico (+11%), che rappresenta circa il 40% delle vendite totali, ma anche in Medio Oriente e Africa (+11%). Nelle Americhe segna un +8%, in Giappone un +5% mentre l'Europa accusa un -1%.

 

A trainare la realtà elvetica sono le vendite retail (+13% a circa 2 miliardi di euro) mentre il wholesale scende del 3%.

 

Il business principale dei gioielli registra un +11% a 1,8 miliardi. La voce "altri business", che include le maison Chloé e Lancel, è rimasta invariata a 500 milioni di euro.

 

Nei nove mesi Richemont ha registrato un incremento delle vendite del 10% a cambi costanti e del 7% ai cambi attuali, proseguendo il trend positivo già evidenziato nel semestre (nella foto, un anello della collezione Frivole di Van Cleef & Arpels). 

 

stats