Trimestrali

Richemont non cresce più in Cina ma sigla una jv con Chow Tai Fook

Il gruppo del lusso Richemont ha chiuso il terzo quarter con ricavi in aumento del 5% a 2,86 miliardi di euro (+9% a cambi attuali). Il mercato principale, l'Asia-Pacifico, ha rivelato una crescita zero, ma la società non frena con le iniziative sul territorio: pare infatti che abbia siglato una jv con Chow Tai Fook per la distribuzione degli orologi Baume et Mercier.

 

Dunque, dopo svariati anni in cui l'Oriente, Cina in testa, ha mostrato una crescita eccezionale, le vendite hanno deluso. Un risultato che la società elvetica proprietaria di brand come Cartier e Van Cleef & Arpel spiega soprattutto con una decelerazione del wholesale (rispetto ai primi sei mesi dell'esercizio e al terzo trimestre dell'anno prima) che riflette l'approccio cauto scelto dai partner commerciali di Hong Kong e della mainland Cina. Al contrario, le aperture di nuovi negozi hanno sostenuto il fatturato retail. "Allo stato attuale - dichiara il management - non è ancora chiara la possibile evoluzione del business nel futuro immediato". Tuttavia, nel quarter si sono messe in luce l'Europa (seconda area di riferimento, +9% a cambi costanti), le Americhe (+13%), mentre il Giappone risulta ancora debole (+2%). Tutti i business hanno accelerato eccetto Montblanc, se non si tiene conto delle valute. La voce Other - 13% circa del giro d'affari totale, realizzato da marchi della moda come Chloé, Lancel, Alfred Dunhill e dall'e-tailer Net-a-porter - ha messo a segno un +6% (+10% a cambi correnti).

 

Quanto ai nove mesi, i vertici parlano di un positivo impatto della debolezza dell'euro sul dollaro. Il fatturato totale ha raggiunto i 7,97 miliardi di euro in aumento del 17% a cambi attuali e del 9% senza l'effetto delle valute.

 

Secondo i media svizzeri Richemont avrebbe appena siglato una joint venture paritetica con la cinese Chow Tai Fook per la distribuzione nella Cina continentale dei segnatempo Baume & Mercier. Realtà dei gioielli con 80 anni di storia alle spalle, Chow Tai Fook è quotata dal 2011 e distribuisce nell'area diversi brand evetici dell'orologeria, inclusi alcuni controllati da Richemont come Cartier, Piaget e Jaeger-LeCoultre. Non sono ancora note le condizioni economiche dell'accordo.

 

stats